Alcuni utenti cinesi di Huawei P10 (e presumibilmente anche di P10 Plus, che condivide gli stessi componenti) hanno reso noto, attraverso diversi forum, che l'ultimo top di gamma di casa Huawei viene costruito con diverse combinazioni di chip per quanto riguarda la memoria RAM e la ROM (lo storage interno del telefono), alcune delle quali andrebbero ad incidere negativamente rispetto ad altre sulle prestazioni complessive dei device.

 

Ciò significa che alcuni clienti sono stati in qualche modo "ingannati" per quanto riguarda l'ultimo top di gamma P10, in quanto esso potrebbe arrivare con qualsiasi combinazione di RAM (LPDDR3 o LPDDR4) e storage (UFS 2.1, UFS 2.0 o eMMC 5.1).

Queste componenti incidono fortemente sulla velocità con la quale le informazioni vengono lette o scritte sulla memoria interna del device. LPDDR4 + UFS 2.1 rappresenta la combinazione più performante, e come tale viene naturalmente preferita rispetto alla meno performante LPDDR3 + eMMC5.1.

Il sito Gizmochina afferma che i possessori di Huawei P10 in Cina hanno reso pubbliche le loro perplessità a riguardo, aprendo discussioni su diversi forum di settore (una su tutte quella aperta su TGFC) per parlare appunto delle molteplici varianti esistenti del top di gamma; ancora non si conosce se siano interessati solo i device venduti sul mercato cinese o anche quelli di altri mercati. Il sito ha postato alcuni screenshot di vari benchmark effettuati su P10, che evidenziano le notevoli differenze di velocità in lettura/scrittura dati delle diverse unità testate dagli utenti attraverso la app AndroBench.

Ora, è chiaro che i risultati dei benchmark possano differire leggermente anche in presenza di un dispositivo con le stesse identiche caratteristiche, a seconda dello stato in cui esso si trova al momento del test (app installate, app aperte, ecc.), ma le differenze non dovrebbero essere così nette come invece sembra accadere con il Huawei P10. La disparità tra i P10 più bassi ed i più performanti, come mostrato nelle schermate di sinistra e centro di seguito, è particolarmente preoccupante:


Copyright (c) 2017 Android Authority (immagine originale | fonte)

I risultati delle unità di P10 in possesso di Android Authority, sito dal quale è tratto questo articolo, indicano che essi montano tutti RAM LPDDR4 e ROM UFS 2.1, e quindi hanno ottenuto risultati più simili allo screenshot centrale. I dispositivi erano stati inviati loro da Huawei a scopo di test e recensione.

Detto questo, c'è da puntualizzare che Huawei non sembra fare alcuna affermazione specifica circa le particolari caratteristiche della memoria di P10 (sia per quanto riguarda l'archiviazione che la RAM) sul suo sito ufficiale globale, né su quelli locali: infatti non viene fatta menzione del tipo di ram (LPDDR4, LPDDR3) e di rom (UFS 2.0, UFS 2.1, eMMC5.1) utilizzate, e non ne è mai stata ufficialmente fatta menzione in alcun altro modo. Inoltre, è risaputo che i componenti interni spesso differiscono tra loro a seconda del mercato, come per esempio l'utilizzo di processori Snapdragon piuttosto che Exynos nei top di gamma di Samsung, ed è anche abbastanza normale, fintanto che le differenze prestazionali rimangono marginali. Diversa è la questione del P10, in cui invece le differenze fra una versione e l'altra sembrano essere tutt'altro che marginali...

Anche se gli effetti reali, e cioè durante l'uso normale e quotidiano del device, alla fine, potrebbero non risentire troppo di tutto questo, è e rimane un diritto sacrosanto per il consumatore, sopratutto per quello più attento ed esperto, sapere ciò che compra; ed è chiaro che nessuno sceglierebbe di comprare un prodotto inferiore allo stesso prezzo. Se questo è ciò che veramente sta succedendo, la cosa deve stopparsi quanto prima.

Android Autorithy ha interpellato Huawei riguardo a questa vicenda, e non appena vi saranno aggiornamenti, e quindi una risposta ufficiale, vi aggiorneremo in merito.

Lascia un commento